I BULLS

…o meglio, l’Hockey Club Torino Bulls, è una società di hockey su ghiaccio che nasce dall’iniziativa di un gruppo di giocatori, ex giocatori e appassionati torinesi, per offrire un’occasione di gioco e sport, pensata prima di tutto per i più piccoli, i ragazzi e le ragazze tra i 6 e gli 11 anni.

Abbiamo voluto rinnovare la tradizione hockeystica torinese ridando vita nel 2011 alla storica società HC Torino (fondata nel 1949 e attiva fino al 2006), che negli ultimi anni di attività ha adottato il nome Bulls per la sua squadra di serie A2 in omaggio al simbolo della città di cui riprende anche i colori giallo e blu.

I Torino Bulls nascono dall’idea di un gruppo di amici eterogeneo: gente che vive sul ghiaccio da quando cammina, gente che ha infilato i pattini un paio di anni fa e anche qualcuno che si ostina a non pattinare. Persone che hanno vissuto o vivono di hockey, altre che fanno tutt’altro e dedicano all’hockey il tempo libero. Persone diverse, che condividono la concezione dello sport come gioco serio, come momento ludico che trova nell’impegno e nella serietà le basi per il divertimento. Non significa rinunciare all’agonismo, perché la sfida è il fondamento di qualunque sport. Ma l’agonismo non deve diventare competizione a ogni costo trasformando la vittoria in un valore assoluto.

L’hockey in Italia è uno sport povero, non ha le risorse di sport più diffusi. Questo è un limite, ma può diventare una risorsa: praticare uno sport come questo vuol dire vivere in un contesto in cui lo scopo principale è dare ai ragazzi occasioni per giocare. Se queste occasioni porteranno delle vittorie, ne saremo felici; se saranno sconfitte, non sarà un dramma.

Un progetto per i bambini

Il nostro obiettivo è lavorare sul futuro, sui più piccoli, su chi non si è mai avvicinato al pattinaggio e all’hockey. Le scuole primarie sono i nostri interlocutori privilegiato: proponiamo corsi di pattinaggio e corsi di avviamento all’hockey, per avvicinare i bambini al ghiaccio e a uno sport veloce e divertente, da vivere come una grande esperienza di gioco e di gruppo, con impegno e serietà, senza inutili tensioni agonistiche, poco adatte a queste età. L’obiettivo è quello di coinvolgere il maggior numero di bambini possibile, sia attraverso gli interventi nelle scuole, sia con una politica tendente a contenere le quote societarie e a fornire l’attrezzatura di gioco ai bambini: i costi dell’attrezzatura e dell’attività sportiva hanno spesso costituito un freno per le famiglie, che hanno orientato i figli verso sport meno costosi. Nel nostro progetto, la scelta se giocare o meno ad hockey non deve essere dettata dalle condizioni economiche e familiari, ma dalla passione e dalla voglia di mettersi in gioco.

Un progetto per gli adulti

L’avviamento dei bimbi all’hockey rappresenta la ragione prima della nascita dei Bulls; ma il mondo dell’hockey torinese è ricco di potenzialità anche per gli adulti che hanno smesso di giocare ad alto livello o che hanno cominciato da poco, e cercano un’occasione per praticare uno sport divertente sotto la guida di allenatori competenti e in compagnia di giocatori del proprio livello. Da questo nascono attività diverse: gruppi di avviamento all’hockey per adulti, squadre impegnate in tornei amatoriali, squadre di livello superiore che giocano nella Serie C interregionale. Il nostro obiettivo è offrire a ciascuno l’attività sportiva adeguata in un contesto tecnico e societario che li assista nel modo migliore, con la serietà necessaria per fare sport in modo corretto e la serenità per vivere con piacere i momenti sul ghiaccio.

Un progetto sportivo a lungo termine

Il progetto complessivo dei Bulls è quello di partire dalle basi, ovvero dalla scuola hockey e dall’attività con i bambini più piccoli, per far crescere l’attività giovanile fino ad arrivare a coprire tutte le categorie giovanili, dalla Under 9 all’Under 19. Un progetto ambizioso, non c’è dubbio; ma è anche un progetto che parte dalle fondamenta, dai più piccoli, che rappresentano il futuro di uno sport che nella nostra regione ha bisogno di crescere. Questo è il nostro obiettivo: contribuire a far crescere uno sport che a Torino ha avuto un momento di grande visibilità con le Olimpiadi del 2006, a cui non ha fatto però seguito uno sviluppo adeguato per numero di società e di praticanti, né ha trovato un’adeguata visibilità nei mezzi di informazione.