Il ricco fine settimana dei Torino Bulls

Saranno sei, cioè tutte quelle iscritte nei campionati senior e giovanili più l'under 8, le formazioni dei Torino Bulls impegnate nel fine settimana alle porte, dalle prime squadre all’under 12, passando per under 16 e under 14. Il via lo daranno i piccoli under 8, impegnati sabato alle 12 in un raggruppamento a Torre Pellice. Di scena dunque l'under 14, alle 15 di sabato al PalaTazzoli contro i Diavoli Sesto. I gialloblu, reduci da una grande vittoria in rimonta nella trasferta di Chiavenna, affronteranno i lombardi fanalino di coda della classifica nella settima e ultima giornata del girone di andata. Una bella occasione per portare a quattro il numero di match vinti in stagione e fare un ulteriore salto in avanti in graduatoria.
Alle 18 il palaghiaccio torinese vedrà poi in pista le ragazze, alle prese con l’Alleghe. Sono ancora impresse nella mente degli appassionati le immagini del primo week end di novembre, quello dell’esordio in serie A, impreziosito dalla vittoria del match contro Egna. Ma ormai è tempo di pensare a questa nuova interessante sfida, sulla carta equilibrata, contro una squadra che nel primo turno di campionato ha battuto all’over time proprio le Lakers di Egna.
Conclusi gli appuntamenti di sabato passiamo a presentare quelli di domenica. Si parte con l’under 16, che alle 12 al PalaTazzoli è chiamata all’esame più difficile, vale a dire il match contro la Valpe. È la prima giornata del girone di ritorno per i giovani Bulls, quarti in classifica con 12 punti (e il derby contro il Real Torino da recuperare) e in lotta per raggiungere le posizioni di testa.
Alle 12.30 sarà il turno dell’under 12, che ad Aosta contro la formazione A proverà a riscattare l’ultimo passo falso casalingo.
A chiudere il week end dei Torino Bulls sarà la prima squadra maschile, impegnata in quella che forse è la sfida più sentita, il derby. Il Real Torino è seconda alle spalle di Aosta, mentre i gialloblu sono in cerca di punti dopo il successo al debutto e tre sconfitte consecutive. Gli ingredienti per lo spettacolo ci sono tutti, vi aspettiamo al PalaTazzoli domenica sera alle 21 in punto.

Torino Bulls-Alleghe, parla il capitano Silvia Carignano

La sfida della serie A dei Torino Bulls è anche la sfida di Silvia Carignano, rientrata nell’hockey su ghiaccio con la maglia gialloblu dopo due anni di interruzione dell’attività. “Ultimamente mi sono dedicata all’inline” spiega, “ma adesso sto cercando di allenarmi di più per recuperare la forma migliore”. La condizione sembra averla già trovata, a giudicare dalla prestazione messa in pista nell’ultima partita di campionato contro le Lakers di Egna, decisa (oltre che da una grande prova difensiva di squadra) proprio da una sua tripletta: “Vincere la nostra prima partita è stato fantastico e sono contenta per i 3 gol” afferma, “segnare il primo per questa nuova formazione è stato davvero emozionante. Ripensando all’esordio di sabato abbiamo sentito la tensione ma l’abbiamo trasformata in grinta e tanta voglia di giocare. Personalmente ero molto agitata nel capitanare una squadra appena nata, che affrontava la sua prima partita. Bolzano era nettamente più forte ma sono comunque contenta di come abbiamo affrontato il match; eravamo poche e alla fine abbiamo sentito anche un po’ di stanchezza”.
Sabato alle 18 la compagine femminile dei Torino Bulls scenderà nuovamente in campo al PalaTazzoli, per la terza giornata di serie A contro l’Alleghe. La formazione veneta ha vinto l’unica partita finora giocata, all’over time contro Egna; la sfida del fine settimana si prospetta dunque equilibrata e le gialloblu cercheranno la seconda soddisfazione nel primo campionato della loro storia. Una bella avventura anche per le molte giovani che compongono il roster, provenienti dal vivaio gialloblu e dai settori giovanili di Valpe, Como e Pinerolo. “Siamo una squadra con giocatrici 14enni e altre molto più esperte” prosegue Silvia Carignano, che con i suoi 27 anni e la sua fantastica carriera appartiene senza dubbio a quest’ultimo gruppo “mi piace allenarmi con ragazze molto giovani, incoraggiarle, dar loro consigli, vederle crescere e impegnarsi per migliorare. E allo stesso tempo mi diverto a giocare con le compagne più “anziane”, che conosco da una vita”.
“La squadra è nata solo due mesi fa e viste le società di origine delle varie giocatrici ci ritroviamo tutte insieme solo in occasione delle partite e di qualche seduta di allenamento” continua il capitano gialloblu, “ma il gruppo è unito come se si frequentasse da tempo con continuità. Questa intesa non può che aiutarci anche sul ghiaccio e credo che sia il nostro principale punto di forza”. Vista l’età media della rosa, l’obiettivo della stagione non è vincere ma migliorare e divertirsi, gettando le basi per un futuro ricco di soddisfazioni.
Magari le stesse che Silvia Carignano ha collezionato nel corso della sua carriera, cominciata all’inizio degli anni ’90 a Torre Pellice, sulle orme del fratello Daniele. “Volevo imitarlo in tutto, così misi i pattini ai piedi e mi buttai nell’hockey. Fino a 14 anni giocai nelle categorie miste, poi passai nella femminile, tra All Star, Draghi e Real Torino”. Ma è in nazionale che Silvia ha raccolto i risultati migliori, partecipando a tre edizioni dei Campionati Mondiale e soprattutto alle Olimpiadi di Torino del 2006. “Difficile descrivere le sensazioni che ho provato ai Giochi, a 18 anni e in casa; semplicemente un sogno. La cerimonia di apertura, con la sfilata degli atleti in un’atmosfera davvero incredibile, le partite giocate in un palazzetto gremito e contro avversarie fortissime, come Canada e Russia. Sono cose che porterò sempre con me”.
E per essere sicura di non dimenticarsele, “Sissi” si è anche tatuata un ricordo sul braccio. Adesso, dopo un periodo di pausa, si è rituffata nell’hockey, la passione di una vita. Per la prima volta ha indossato la maglia dei Torino Bulls e da un paio di mesi sta guidando le compagne più giovani nel primo campionato di serie A della storia gialloblu, un progetto in cui la società crede fortemente. E i tre gol contro Egna sono solo una parte di ciò che Silvia Carignano può dare alla squadra; l’esempio, la grinta, la voglia di giocare e di allenarsi, forse, valgono molto di più.

Under 16, prova di forza contro Pinerolo

L'under 16 ha aperto la domenica pomeriggio di hockey al PalaTazzoli, scendendo in campo alle 14 contro Pinerolo nella settima e ultima giornata del girone di andata del campionato (la sesta contro il Real Torino deve ancora essere recuperata). 8-3 lo score con cui i gialloblu hanno regolato l'avversario di turno (parziali 3-1 1-1 4-1), trascinati dalle reti del capitano Davide Soranzio, autore di una tripletta, di Federico Gobbo ed Enrico Bitetto, entrambi a segno due volte, e di Alessio Tibaldo. "È stata un'ottima prova di squadra" è il commento del tecnico Zdenek, "abbiamo creato tante occasioni, abbiamo giocato bene e abbiamo dimostrato una condizione atletica brillante". Un successo chiave anche per quanto riguarda la classifica, che vede i Bulls a 12 punti, in piena lotta per il terzo posto e con una partita da recuperare. La prossima giornata sarà la prima del girone di ritorno e al PalaTazzoli arriverà la Valpe; una sfida molto interessante, per confermare i progressi di questa prima parte di stagione contro un avversario decisamente competitivo.

Under 14, grande vittoria in rimonta a Chiavenna

6-3, 9-8, 9-11. Ecco la progressione del punteggio, parziale dopo parziale, della partita tra la nostra under 14 e l'HC Chiavenna, sesta giornata del campionato di categoria. A imporsi, in trasferta, sono stati i Torino Bulls, al termine di una fantastica rimonta. "È stato un successo importante per il morale e per la classifica" afferma coach Zdenek Kudrna, "abbiamo giocato su un campo difficile, contro una formazione che ha schierato un ragazzo capace di fare ben 8 gol. Ma noi siamo stati più squadra e alla fine il gruppo ha prevalso". I complimenti dell'allenatore nei confronti dei giovani gialloblu non si fermano: "non è facile vincere una partita in cui sei costretto a inseguire per più di due tempi ma i ragazzi ce l’hanno fatta. Nella terza frazione hanno saputo marcare alla perfezione l’elemento più pericoloso del Chiavenna e hanno completato la rimonta". La classifica sorride ai Bulls, adesso a quota 8 punti con 3 vittorie (una ai rigori) e altrettante sconfitte. Il prossimo impegno sarà l’ultima giornata del girone di andata del campionato, sabato pomeriggio in casa contro i Diavoli Sesto.

Il ricco fine settimana dei Torino Bulls

Torino Bulls-Alleghe, parla il capitano Silvia Carignano

Under 16, prova di forza contro Pinerolo

Under 14, grande vittoria in rimonta a Chiavenna

Highlights

NOHL: pari all’esord...

Finisce con un pareggio il match d’esordio dei Torino Bulls nel campionato NOHL amato...

More info

NOHL: riparte il cam...

Il mese di novembre è tradizionalmente anche quello dell'inizio del campionato amato...

More info

Sponsor


Convenzioni